Montreux, Festival - Auditorium Stravinsky: 18-07-1997

Le nouveau Quotidien 18-07-1997

Playlist


Total Timing : 01:16:17

1. SBALLI RAVV.DEL III TIPO (03:45)
2. UN GRAN BEL FILM (04:13)
3. PRATICAMENTE PERFETTO (03:14)
4. ORMAI TARDI (03:01)
5. VALIUM (04:07)
6. MI SI ESCLUDEVA (04:48)
7. SALLY (04:40)
8. BENVENUTO (05:20)
9. VIVERE (05:46)
10. COLPA D'ALFREDO (05:34)
11. C' CHI DICE NO (04:53)
12. GLI SPARI SOPRA (03:34)
13. GLI ANGELI (07:15)
14. SENZA PAROLE (06:34)
15. DELUSA (03:55)
16 . ALBA CHIARA (05:38)

Source: montreuxsounds

 

 

  • Vasco ROSSI (voc.)
  • Deen CASTRONOVO (dr.)
  • Stef BURNS (lead g.)
  • Massimo RIVA (g.)
  • Davide ROMANI (b)
  • Alberto ROCCHETTI (kbds.)
  • Andrea INNESTO (s, back voc.)
  • Clara MORONI (back voc.)


MONTREUX JAZZ FESTIVAL

E' stato il suo ultimo concerto del '97, quello che praticamente ha concluso il capitolo aperto in primavera (concerto al fillmore club di Cortemaggiore del 19 aprile)con il tour europeo e poi con l'esibizione al Neapolis Live Festival, il 12 Luglio Esperienza nuova e stimolante, dunque, per Vasco, quella della partecipazione a rassegne musicali di respiro internazionale come appunto il Festival di Montreux, uno dei piu rinomati nel mondo della musica. Un festival jazz quello della cittadina della Svizzera francese che negli anni si esteso al blues e al rock e che in particolare ha sempre privilegiato la chitarra. Da li son passati artisti come Ray Charles, Tina Turner, B.B. King, Joe Coker e Pat Metheny, tanto per citarne alcuni. L'atmosfera che si respira in quei sette giorni di festival davvero entusiasmante e avvolgente. Vasco si trovato da dio anche se l'ambiente, a suo dire, era un po troppo precisino. Ha suonato nella sala principale, nello Straninsky Auditorium da 3000 posti,e come sempre stato l'ultimo a salire sul palco: era lui l' "headline" della giornata. Doveva suonare alle 22.30 ma come spesso accade in questi festival, il concerto iniziato solamente due ore dopo, facendo trascorrere cosi a vasco 4 ore nel backstage, fatto stranamente insolito e nuovo per lui. Prima di lui si sono esibiti 4 gruppi, quindi all'una di notte via col primo pezzo per un'ora e mezza di spettacolo che ha infiammato il pubblico. La scaletta era la stessa identica di quella presentata per il Neapolis Festival di Bagnoli. Quella sera l'atmosfera era insolita, diversa da quella che di solito accompagna le esibizioni del Blasco, in particolar modo perche il palco su quale salito non era il suo e perche il pubblico (tranne un centinaio di fan al seguito) era composto da persone in giacca e cravatta comodamente sedute sulle poltroncine dell'auditorium. E' bastata la prima canzone per far abbandonare a tutti le poltrone e farli schizzare in piedi!!Sono seguiti 90 minuti di grande spettacolo. Anche stavolta Vasco riuscito a lasciare il segno: ascoltando i commenti dei presenti si capiva al volo l'entusiasmo che avevano per aver assistito a quello spettacolo. Per presenti non si intende il centinaio di fan al seguito, ma dei francesi, tedeschi, spagnoli in giacca e cravatta (anche se qualcuno decisamente sbalordito per il fatto di essersi dovuto alzare dalla poltrona). Il giudizio di molto che il concerto di Montreux sia stato il migliore di questo tour europeo.

Fonte: Il Blasco Story

The official Montreux festival 1997 poster