english



italiano



français



deutsch



nederlands



español



Home


Stupido Hotel (2001): cd 5329762 - mc 5329764 - lp 5329761

Siamo soli
Ti prendo e ti porto via
Standing ovation
Stupido hotel
Io ti accontento
Perché non piangi per me
Tu vuoi da me qualcosa
Stendimi
Quel vestito semplice
Canzone generale

"Back to the rock!", come dicono a Los Angeles, bentornato a Vasco che esce il 6 aprile con un album di brani tutti inediti. "STUPIDO HOTEL", un viaggio tra fuga e realtà.
Emozioni, energia, molto rock e una nuova consapevolezza.
Il suo atteso diario di bordo, raccontato attraverso dieci nuove canzoni, vissute, giocate e sofferte in due interi e lunghi anni, questi ultimi due, dopo "CANZONI PER ME".

E mai uguale a sè stesso, mai come la volta prima. Un album carico di atmosfere diverse, dove il rock è rappresentato in tutte le sue espressioni; un racconto serrato, dal linguaggio essenziale, a volte crudo ma, come sempre, sincero, diretto e 'toccante', dove non mancano le provocazioni e l'autoironia. Singolo apripista è "SIAMO SOLI", immancabile e disincantata 'ballad', in cui spiccano le chitarre di Michael Landau e Stef Burns a sottolineare le parole. In puro stile 'vaschiano' ecco un mondo di emozioni e sensazioni in un flash evocato da liriche intense e sempre molto comunicative. Gli altri nove brani viaggiano intorno a svariati territori musicali, arrivando a esplorare perfino il 'rap' che si innesta nell'hard-rock di "IO TI ACCONTENTO", dove compaiono in qualità di ospiti il californiano Black Diamond e la grintosa Monyka "Mo" Johnigan, protagonisti di un vero e proprio "litigio" a sfondo sessuale.

Non manca il sano rock'n'roll in perfetto arrangiamento anni 80 di "STENDIMI" che si contrappone al piglio ammiccante di "STANDING OVATION", che si può leggere in diversi modi. "STUPIDO HOTEL" nasce tra Bologna (Chorus e Fonoprint) e Los Angeles (Hanson Studios) ed è stato missato tra Capri (Capri Digital Studios) e Londra (Townhouse).

Il disco è prodotto da Vasco con Guido Elmi, lo storico collaboratore che figura anche come arrangiatore di alcuni pezzi, così come Celso Valli. Eccoli di nuovo insieme "il diavolo e l'acqua santa", che hanno sfoderato le loro armi migliori. Acceleratore spinto su chitarre arrabbiate e batterie dal ritmo incalzante il primo; impiego di tastiere e di un'intera orchestra d'archi il secondo. Lo staff dei "soliti" compagni di viaggio si completa con Tullio Ferro (autore di "La Noia" e di "Vita Spericolata"), che ha scritto le musiche di "Siamo Soli", di "Stupido Hotel" e di "Stendimi" e con Gaetano Curreri, autore di "Ti Prendo E Ti Porto Via" e di "Quel Vestito Semplice". Non manca all'appello Massimo Riva, autore di "Perchè Non Piangi Per Me", che ci restituisce la sua scanzonata ironia. Oltre ai due rapper Black Diamond e Monyka "Mo" Johnigan, ospiti nel brano prima sopra citato, nel disco suonano: Michael Landau, chitarrra elettrica e acustica (suo era l'assolo di "Gli Angeli"), Stef Burns, chitarra elettrica (fa parte della band di Vasco), Dean Parks, chitarra acustica e Paolo Gianolio, chitarra acustica; Randy Jackson al basso e Vinnie Colaiuta alla batteria.

Naturalmente il 2001 sarà un anno di attività musicale piena e Vasco sarà in tour quest'estate. Infine vi ricordiamo il bellissimo sito ufficiale di Vasco www.vascorossi.it, sempre aggiornatissimo e ricco di notizie e il sito dedicato a questo suo nuovo album www.stupidohotel.it, dove vi saranno tantissime iniziative dedicate a quello che è sicuramente "l'evento musicale dell'anno".

Fronte: www.vascorossi.net